Donne in viaggio: superare i pregiudizi.

Donne che viaggiano contro pregiudizi e chiacchiere

indice dei contenuti del post
  1. La scelta di viaggiare

Siamo nel 2013 e ci consideriamo una società avanzata e senza pregiudizi…eppure non è propriamente così.
Sono nata e cresciuta in un paesino alle porte di Roma, dove, nonostante non facessi niente di particolare venivo considerata strana o diversa… e ancora non mi spiego perché visto che non sono mai stata una ribelle all’ennesima potenza.
Forse perché da ragazzina, non adorando l’arte del “rimorchio”, mi dedicavo alle amiche e ai passatempi senza pensare che una ragazza dovesse necessariamente avere un fidanzato… o forse perché adoravo colorare in modo sgargiante i miei capelli, ma non credo che per questo io potessi essere considerata una “posseduta dal demonio”.
Eppure ero DIVERSA… perché esprimevo idee diverse.. e avevo gusti diversi.

donne in vacanza

La scelta di viaggiare *

Così quando ho deciso di iniziare a viaggiare prima da sola, poi zaino in spalla con una amica di viaggio, i miei genitori non sono rimasti stupiti e mi hanno appoggiato, ma gli altri mi hanno iniziato a guardare con un misto di ammirazione/compassione o non so’ che altro.

Non vi dico quante volte mi sono sentita dire: “ma non è sicuro!”, “ma dove è il divertimento”, “ma ti è così difficile trovare qualcuno per partire con te?”, “ma una donna sola non è il caso….”.
Allora diciamo che essendo nata e cresciuta in un ambiente propriamente emancipato, e lodando i miei genitori per avermi cresciuta così nonostante tutto, ho dovuto auto-convincermi di non fare una cosa strana, né pericolosa.

Lavorando in agenzia di viaggi in quel periodo, mi è stato facile trovare la “materia prima”, e dirmi avanti allo specchio: “se aspetti che gli altri ti possano venire dietro da un giorno all’altro per approfittare di offerte o ferie improvvise non partirai mai”.

E ragazze vi dico che una volta che si iniszia è impossibile smettere.

Io personalmente sono stata molto cauta nella partenza, ammetto di aver iniziato a viaggiare sola prenotando villaggi turistici (che potevo prendere in offerta in agenzia) e poi organizzandomi sul posto per girare, anche perché poi non ho mai avuto difficoltà a fare amicizia e unirmi a gruppi o anche uscire da sola con macchina fotografica e zaino.

Da lì al passaggio alla vacanza più free il passo è stato breve.
Una volta prese le misure ed acquisito alcuni meccanismi, o anche aver metabolizzato alcune accortezze che possono rendere il viaggio più sicuro, tutto fila liscio.

Le costrizioni psicologiche, i commenti della gente a volte sono duri da superare, ma vi assicuro che non siete strane è solo il vostro ambiente che non vi capisce… motivo in più per conoscere posti nuovi e gente nuova, e scoprire il mondo.

Ammetto di essermi sentita una donna nuova una volta capito quale era la mia strada, e ora che non sono più sola e ho vicino una persona che adora il mondo ed il viaggio come me, spero di poter condividere anche con lui le mie tappe e le mie sensazioni… zaino in spalla.

Vuoi seguirmi su Facebook o twitter? Ti aspetto sulle pagine di Viaggi zaino in spalla.

facebookViaggi zaino in spalla

About Agnese.C 320 Articoli
Ex agente di viaggio, lettrice compulsiva di ogni genere letterario (esclusi libri rosa), viaggiatrice seriale con la passione per penna e calamaio. Convertita al mondo 2.0 ho creato Viaggi Zaino in Spalla e ora perseguo il faticoso compito di convertire ai viaggi indipendenti e al fai da te chiunque passi per le mie pagine

2 Commenti su Donne in viaggio: superare i pregiudizi.

  1. E’ vero che parecchie volte l’ambiente ci frena, ma se una ha il carattere per imporre sè stessa viaggiare da soli, o preferire un viaggio con poche comodità piuttosto che un resort 5* non dovrebbe essere guardato come una discriminante…. o almeno ho molte amiche non italiane che la vedono una cosa tremendamente normale!!!!!! NON DOVREBBE ESSERE COSì PER TUTTE?

1 Trackback & Pingback

  1. “Donne che viaggiano da sole”: le mie impressioni | Viaggizainoinspalla

Dimmi cosa ne pensi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: