Viaggio in Marocco: guida pratica

Qualche consiglio per le vostre prossime vacanze in Marocco

Marocco Rabat

Dopo avervi dato le mie impressioni sul Marocco nel Diario di viaggio voglio lasciarvi qualche informazione di base per l’organizzazione del vostro futuro viaggio per una piccola guida pratica

In Marocco come per ogni tipo di Partenza, c’è bisogno di un’adeguata documentazione. Come arrivare, come muoversi in prima fila, prima di arrivare a prevedere un itinerario definitivo.

Documenti: in Marocco si entra con l’ultilizzo del passaporto, se avete sentito di persone andate con carta d’identità è perchè hanno organizzato la loro vacanza attraverso un tour operator. Il visto turistico per la durata di 3 mesi viene concesso direttamente all’arrivo (Per maggiori informazioni in proposito potete visitare il sito di viaggiare sicuri).

1- Arrivare in Marocco: il viaggio verso il Marocco può essere semplice e anche low cost. Ormai città turistiche come Marrakech, Fez o Agadir sono collegate all’Italia anche da voli Low cost. Per chi detesta il volo c’è modo di arrivare in Marocco anche con il traghetto, anche se dall’Italia la linea da Genova o Livorno è disponibile solo alcuni mesi dell’anno.

2- Mezzi pubblici in Marocco: il Marocco ha un’ottima linea ferroviaria gestita dalla Office National des Chemins de Fer (la compagni che ha il monopolio dei trasporti ferroviari) che riesce a collegare le città più importanti in modo efficiente e puntuale. Sono a disposizione anche vagoni letto per i viaggi più lunghi. Molto efficienti anche i collegamenti con Bus effettuati principalmente da due compagnie: al nord la Valenciana e al sud la Ctm. Per qualsiasi necessità comunque anche i taxi sono molto efficienti e colorati in modo diversi a seconda dei tragitti che percorrono

3- Fuso orario: -1 rispetto all’Italia, ma -2 con l’ora legale

4- Moneta: Dirham: 1 euro corrisponde a circa 4,75 dirham. Non si possono portare Dirham al di fuori del paese quindi, prima del ritorno se ne avrete in eccesso dovrete ricambiarli mantenendo la ricevuta del primo cambio.

5- Periodo migliore per partire per il Marocco: il periodo migliore è la primavera e l’autunno. Il clima è generalmente mediterraneo, ma può variare a seconda della latitudine.

6- Feste ed eventi: bella e suggestiva la festa dei mandorli in fiore che si tiene a febbraio a Tafraoute e nella valle dei mandorli. A maggio poi è conosciuta la festa delle Rose a El Kelaa M’gouna con la raccolta della “rosa damascena”. A giugno invece è la volta della Festa della Musica Gwana a Essaouira con artisti che provengono da tutta l’Africa. Molto caratteristico a luglio il Mercato dei Cammelli a Guelmin a sud del Marocco, mentre a fine ottobre si festeggia la Raccolta del Dattero.

7- Cosa mangiare in Marocco: anche se non molto pubblicizzata la cucina marocchina è molto ricca e legata a piatti tradizionali.Nella cucina marocchina sono riconoscibili gli influssi della cucina berbera, di quella dei mori e di quella araba. Mantiene alcune cotture tradizionali come quella dell’agnello: racchiuso in un recipiente di terracotta e cotto sulla brace per sei sette ore. Tra i piatti tipici, oltre il conosciutissimo couscous, la pastilla, una torta salata ripiena di piccione e mandorle. O ancora l’harira una zuppa a base d’agnello. Ovunque invece è possibile provare numerosi infusi aromatizzati ed il tè alla menta (spesso usato anche come bevanda durante i pasti).

8- Principali città del Marocco:

  • Agadir

Dopo che la storica città è stata distrutta dal terremoto del 1960, la ricostruzione a ridato al mondo una città bianca affacciata su una lunga e spaziosa spiaggia che è diventata una delle più importanti città turistiche del Marocco. Rimane ben poco di tradizionale ad Agadir, ma in compenso per chi è alla ricerca di villaggi e hotel di lusso, ospita alcune delle migliori strutture del Marocco.

  • Marrakech

Cuore del paese, con un centro storico che in qualche modo ancora mostra la vecchia Città Imperiale. La città è piuttosto lontana dal deserto, e il suo clima è per questo piuttosto mite. La città ha anche una vivace vita notturna (le discoteche aprono a mezzanotte)

  • Casablanca

Centro economico del Marocco è una città ormai quasi europea, non si incontrano persone che indossano abiti tradizionali, gli odori di spezie tipici delle altre città marocchine qui sono estremamente rarefatti. E’ qui comunque che potrete ammirare la più grande moschea maghrebina

  • Fes

Cuore religioso del Marocco diviso tra città vecchia e città nuova e passando tra una e l’altra sembra fare un salto nel tempo. Nonostante il forte turismo che passa anche per questa città, la città vecchia ancora racchiude in sè qualcosa del vecchio Marocco con i suoi colori e odori. Bancarelle e tanti piccoli souk si trovano un pò ovunque all’interno di una città che conta più di 260 moschee.

  • Rabat

Ancora molto rimane della vecchia struttura di città imperiale, ed il suo clima che non va mai sopra i 30° la fa apprezzare particolarmente dai turisti.

  • Meknes

In passato, durante la Dinastia Alouita, anche questa fu una città imperiale del Marocco. Da vedere molte piccole moschee disseminate all’interno delle città e le scuderie reali.

  • Ouarzarate

Città che custodisce la famosa “kasbah di terra” sta ormai diventando un importante centro turistico con la comparsa di molti hotel.

  • Gola del Todra

Enorme frattura che divide in due l’Alto Atlante del Jebel Sarho in alcuni punti raggiunge l’altezza di 300 mt. Molto bello ammirare il mattino il sole che entra fino in fondo alla gola e illuminando le rocce rosate crea delle tonalità spettacolari

Per conoscere le mie impressioni sul Marocco potete leggere anche il mio Diario di viaggio

 

Vuoi seguirmi su Facebook o twitter? Ti aspetto sulle pagine di Viaggi zaino in spalla.

facebookViaggi zaino in spalla

About Agnese.C 299 Articoli
Ex agente di viaggio, lettrice compulsiva di ogni genere letterario (esclusi libri rosa), viaggiatrice seriale con la passione per penna e calamaio. Convertita al mondo 2.0 ho creato Viaggi Zaino in Spalla e ora perseguo il faticoso compito di convertire ai viaggi indipendenti e al fai da te chiunque passi per le mie pagine

2 Commenti su Viaggio in Marocco: guida pratica

  1. mmmm sono sicuro sia un bel posto, ma perchè il mondo arabo non mi attira…e prediligo di gran lunga l’America Latina?

    • Ognuno adora una atmosfera in particolare, io sono sempre molto indecisa tra oriente e America Latina, ma devo dire che qualche viaggio nel mondo arabo non l’ho disprezzato per niente… e poi bisogna vedere anche per poter dare una opinione 🙂

1 Trackback & Pingback

  1. Devi partire per il parocco? Non andare senza qualche consiglio – Viaggi zaino in spalla

Dimmi cosa ne pensi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: