In vacanza con il cane: come organizzarsi?

Come ho programmato le mie vacanze con Mambo

E finalmente si ripensa alle vacanze…e dato il periodo economico si può dire di essere fortunati.

L’idea di quest’anno puntava all’Africa….. paese che attira la “mia metà” da un bel po’… ma il programma cambia.

A dicembre è arrivato a casa il nostro piccolo cagnolino, Mambo, e nessuno lascerebbe da solo un cucciolo di neanche un anno per più di due settimane.

In vacanza con il cane

E allora? Si cambia programma e già a studiare a come partire con Mambo, senza costringerlo alla stiva di un aereo. Già perché anche questa è un’altra limitazione: ancora ci si stringe il cuore all’idea di chiuderlo in stiva da solo, quindi bisogna trovare un’alternativa.

Per la nostra prima vacanza al mare tutti insieme la destinazione sarà nel un viaggio in Europa e raggiungibile con macchina o traghetto. Quindi le opzioni che si aprono sono: Croazia, Corsica, Spagna o Grecia.

Il comune accordo punta il dito sulla Grecia…per esclusione soprattutto: la Spagna era più distante anche prendendo il traghetto da Civitavecchia per Barcellona e le spiagge con molti divieti per i cani, la Croazia l’avevo già  visitata in lungo e in largo, la Corsica probabilmente è stata scartata…non so perché!

Se deciderete anche voi di partire con il vostro cane sappiate che anche voi vi troverete a dover ragionare nello stesso modo: la scelta dell’itinerario della nostra vacanza infatti è nata da una serie di compromessi: avendo scelto il viaggio in nave abbiamo cercato una distanza intermedia con il traghetto (il Civitavecchia/Barcellona era un tragitto più lungo per non parlare dei successivi spostamenti con l’auto), numerosi posti e spiagge possibili da visitare, e soprattutto spiagge più permissive con gli animali domestici (la Spagna nonostante fosse la mia prima scelta sembra porre molti più problemi da questo punto di vista).

Quindi se come noi vi ritroverete ad aver scelto la destinazione, tralasciando momentaneamente l’itinerario,  il passo successivo sarà  il problema dei documenti per il vostro cane ( che non avrete se deciderete di scegliere un itinerario italiano).

Il passaporto per animali domestici *

in vacanza con il cane
Il passaporto per il cane

Prima cosa Mambo dovrà  avere il suo passaporto individuale: secondo i regolamenti europei infatti cani, gatti e furetti che si spostano all’interno dei paesi della Comunità Economica Europea devono possedere un proprio passaporto (per info approfondite visitate la pagina del sito della Polizia di Stato).

Sul passaporto vengono indicati i dati anagrafici del cane, le vaccinazioni fatte, i dati anagrafici del proprietario, e segnalare anche l’avvenuta vaccinazione antirabbica effettuata almeno 21 giorni prima della partenza.

A Roma il passaporto per gli animali domestici viene rilasciato dall’Ufficio Igiene Urbana Veterinaria prendendo appuntamento, dietro consegna della ricevuta di pagamento di 34€ (8 se si deve solo rinnovare), più vari documenti tra i quali , l’iscrizione all’anagrafe canina, i documenti di riconoscimento del proprietario, certificato di vaccinazione antirabbica, libretto sanitario, e presenza obbligatoria del cane.

Inoltre 24 ore prima della partenza il veterinario dovrà  certificare che Mambo è nelle giuste condizioni per affrontare il viaggio mettendo un timbro sul passaporto.

Il viaggio in nave con il cane *

in vacanza con il caneNoi abbiamo prenotato un traghetto da Brindisi ad Igoumenitsa e almeno noi abbiamo optato per la Grimaldi Lines, semplicemente per convenienza economica, ma la scelta è vasta.

Anche il nostro cucciolo paga una quota biglietto, per noi è stata intorno ai 36€ andata e ritorno.

A bordo potrà  essere in nostra compagnia solo sui ponti, munito naturalmente di museruola  e guinzaglio, non nelle aree comuni al chiuso: bar, ristoranti ecc., né tanto meno in cabina. Quando noi avremo necessità  di entrare in posti chiusi Mambo dovrà  essere lasciato nel canile di bordo.

Appartamenti hotel o campeggi che accettano animali *

Non sono abituata a prenotare in anticipo tutto, ma ammetto di passare un bel po’ di tempo su internet alla ricerca di residence o hotel o campeggi per darmi un’idea di quanta difficoltà  andrà ad incontrare nel trovare sistemazioni che accettino animali. La convinzione comunque è che opteremo per degli appartamenti che generalmente accettano animali, mentre spesso gli hotel fanno storie…ed i campeggi pretendono che il cane dorma al chiuso con te….e la nostra piccola tenda non è molto adatta, prima o poi ci attrezzeremo anche per il campeggio con il cane.

Detto ciò Mambo è sistemato e pronto per partire con la sua ciotola, la sua palla, il suo cuscino e l’inseparabile pupazzo “squittente” Pluto :-).

Al via allora mancano solo i nostri bagagli e, cosa più importante una studiata all’itinerario da seguire nelle nostre 2 settimane di viaggio.

Quindi prossimo appuntamento con la Grecia è con il nostro itinerario, e se qualcuno ha suggerimenti sono bene accetti 🙂

 

Vuoi seguirmi su Facebook o twitter? Ti aspetto sulle pagine di Viaggi zaino in spalla.

facebookViaggi zaino in spalla

About Agnese.C 315 Articoli
Ex agente di viaggio, lettrice compulsiva di ogni genere letterario (esclusi libri rosa), viaggiatrice seriale con la passione per penna e calamaio. Convertita al mondo 2.0 ho creato Viaggi Zaino in Spalla e ora perseguo il faticoso compito di convertire ai viaggi indipendenti e al fai da te chiunque passi per le mie pagine

3 Commenti su In vacanza con il cane: come organizzarsi?

  1. anche io ho deciso di non lasciare il mio Wisky a casa da solo, ma sembra che tutti ti facciano storie in giro per accettare un cucciolo. E’ normale?
    E’ così complicato portare un cane in vacanza? forse è solo il panico della prima volta?

  2. Il mio cane, per quanto possibile, verrà sempre in vacanza con me… ne ha diritto anche lui, no?!? certo è difficile ma ho la sensazione che i nostri amici a 4 zampe siano sempre più accettati. che ne dici?? grazie degli spunti per le prossime mete… ti seguirò in attesa di altre interessanti proposte!!

    • Sergio fai benissimo a portarlo con te… le difficoltà si superano e in effetti piano piano queste difficoltà dovrebbero diminuire. Seguimi pure sul blog e se vuoi chiedere informazioni o trattare argomenti in particolare chiedi pure 🙂

Dimmi cosa ne pensi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: