Le vaccinazioni internazionali:cosa fare prima di partire

vaccinazioni prima di partire

Inutile girarci intorno: quando si organizza un viaggio, per quanto si possa essere appassionati di viaggi all’avventura e senza programmi precisi, non si può evitare di organizzarsi bene soprattutto dal punto di vista sanitario.

Si può lasciare al caso un itinerario, decidere in che giorno spostarsi da un posto all’altro, che mezzi utilizzare, ma non si può lasciare niente al caso quando si parla di salute.

1- Raccogliere informazioni sulle vaccinazioni *

La prima cosa da fare è assolutamente documentarsi sul paese che vogliamo raggiungere e sulla situazione sanitaria.

In molti paesi è d’obbligo la vaccinazione verso alcune malattie, in altri è solo consigliata, e la scelta se vaccinarsi o no in questo caso, è soprattutto dipendente dal tipo di viaggio e dalla durata del soggiorno.

In molti casi le vaccinazioni possono essere evitate semplicemente tenendo presenti alcune accortezze come ad esempio non bere acqua da fontane, ma solo acqua in bottiglia, non mangiare frutta o verdura cruda.

In altri casi è bene documentarsi bene e prevenire problemi con le vaccinazioni.

Quello che utilizzo sempre per le informazioni iniziali è il sito di Viaggiare sicuri cioè il sito del Ministero della Salute e della Farnesina dove paese per paese viene indicata la situazione sanitaria.

Le schede sono molto facili da consultare ed è facilmente comprensibile quali vaccinazioni siano consigliate e quali obbligatorie. Raccolte queste prime informazioni bisogna rivolgersi ad un centro medico.

2- Rivolgersi ai centri medici *

Ammetto che le prime volte in partenza per paesi lungo raggio con vaccinazioni “consigliate” ho fatto due chiacchiere anche con il medico di famiglia.

Naturalmente dipende molto dal tipo di rapporto con il dottore e anche dalla specializzazione del dottore stesso che potrebbe alla fine non essere qualificato per aiutarti.

Comunque, per quanto mi riguarda, il mio dottore mi mise sulla buona strada suggerendomi varie alternative, almeno per quanto riguarda Roma.

A Roma, ma suppongo che nel resto d’Italia il processo sia simile e bisogna solo trovare gli indirizzi giusti, è possibile infatti rivolgersi all’Asl di competenza, l’ufficio che tratta malattie tropicali e del viaggiatore, o anche al MET, la “clinica del viaggiatore“.

Il MET è un centro specializzato dove si possono chiedere consulenze prima del viaggio o fare vaccinazioni.

3- Vaccinazioni obbligatorie o consigliate? *

Al momento le malattie per le quali è richiesta la vaccinazione in molti paesi sono la febbre gialla e la malaria.

Ce ne sono molte invece che risultano fortemente consigliate come quelle per l’epatite A o B, febbre tifoide, difterite o tetano, meningite e qualche altra malattia specifica di alcuni paesi.

Non sono qui ad allarmarvi e farvi partire ansiosi per la vostra vacanza. Quello che cerco di suggerirvi è semplicemente una buona prevenzione per evitare che un viaggio diventi un problema da risolvere.

SCOPRI CON ME L’ARTE DEL VIAGGIARE. Iscriviti alla newsletter gratuita e rimani aggiornato. Tranquillo anche io odio lo spam. *



About Agnese.C 315 Articoli
Ex agente di viaggio, lettrice compulsiva di ogni genere letterario (esclusi libri rosa), viaggiatrice seriale con la passione per penna e calamaio. Convertita al mondo 2.0 ho creato Viaggi Zaino in Spalla e ora perseguo il faticoso compito di convertire ai viaggi indipendenti e al fai da te chiunque passi per le mie pagine

1 Trackback & Pingback

  1. Viaggi fai da te: sai quali medicinali portare in vacanza? – Viaggi zaino in spalla

Dimmi cosa ne pensi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: