Cicloturismo: la passione per le vacanze in bicicletta

Il nuovo amore per le vacanze green: il cicloturismo

Cicloturismo

Ernest Hemingway scriveva a ragione, a proposito dei viaggi in bici:

“È guidando una bici che puoi conoscere meglio i contorni di un luogo, poiché sudi sulle salite e le discendi a ruota libera. In tal modo ricorderai come sono veramente, mentre con un’automobile solo un’elevata altura ti impressionerà e non avrai l’accurato ricordo del territorio che hai attraversato come quello ottenuto guidando con la bicicletta” 

Lo ammetto: la passione per partire con le due ruote mi è venuta da poco grazie anche ad una coppia di amici con cui abbiamo iniziato a girare per Roma scoprendo che, anche in una città tutt’altro che “ciclabile” le possibilità per spostarsi per una passeggiata ci sono, con tutte le difficoltà del caso : Difficoltà ciclisti a Roma

(la bellezza delle ciclabili di Roma: vedi foto di fianco :-P)

Dalla “domenica a passeggio” al “week end con bici al seguito” il passaggio è breve, e, anche non essendo particolarmente allenati, abbiamo scoperto che il mondo del cicloturismo offre diverse possibilità sia per chi è agli inizi che per chi è ultra allenato.

Naturalmente la nostra scelta è stata praticamente sempre quella di partire in auto per un paio di giorni soggiornando in un b&b in buona posizione, per poi spostarsi sul territorio in bici durante il giorno, ma ognuno può decidere quanto rendere impegnative le proprie vacanze in bicicletta, perché quello che conta non è quanti chilometri si fanno o il tempo che si impiega a percorrere una tappa, ma la possibilità di immergersi nella natura, tuffarsi nel relax e, perché no…fare anche un pò di attività fisica divertendosi in compagnia!

I primi itinerari che ho percorso sono stati casuali: ho semplicemente scelto un posto dove andare e caricato la bici cercando di capire da Google Maps pendenze e lunghezza delle tratte, dato che non volevo che qualcuno dei partecipanti (nessuno dei quali atleti) mi crollasse lungo la strada. Così è venuto fuori ad esempio il week end tra lago di Bolsena e Civita di Bagnoregio.

Cicloturismo

Andando avanti ho iniziato a documentarmi maggiormente e ho scoperto numerosi siti specializzati, blog di appassionati e via dicendo che suggerivano itinerari veri e propri con grado di difficoltà e descrizioni approfondite e la cosa è diventata ancora più semplice. Non dico di essere pigri e usare un itinerario confezionato, ma sapere da esperti o da chi ha già percorso quelle strade il grado di difficoltà e anche come organizzarsi non è cosa da poco, quindi per i non esperti può essere un modo sicuro di organizzare le proprie vacanze in bicicletta.

Insomma sul web si scopre che quello che un tempo era il passatempo di pochi amatori dallo spirito avventuriero, oggigiorno è  un passatempo che sta ormai prendendo sempre più piede.

Dato che la bella stagione è iniziata, anche se con un pò di capricci per questo 2014, è il caso che organizziate qualche uscita, in fin dei conti in Italia siamo fortunati, il clima in genere ci assiste e sono molti i mesi disponibili per darsi al cicloturismo.

Per organizzarvi e trovare qualche idea, come vi ho detto, i siti sono molti, quindi posso aiutarvi con una selezione che mi è stata molto utile e che continuerò a tenere d’occhio…quando potrò riprendere ad andare in bici visto che per questa stagione il pancione non me lo permetterà!

Cicloturismo

Una delle organizzazione ufficiali italiane per il cicloturismo è la Fiab (Federazione Italiana Amici della Bicicletta). Dal suo sito ufficiale era già possibile avere numerose informazioni e itinerari, ma di recente ha aperto un nuovo portale che mi sento di inserire in testa alla mia lista perché molto facile da consultare e con itinerari decisamente interessanti: http://www.bicitalia.org/cms/it/.

Su questo sito la Fiab, collaborando con il Ministero dell’Ambiente, ha elencato ben 18 itinerari e 50 diversi percorsi definiti “percorsi di qualità“.

I 18 itinerari di Bicitalia che vengono proposti sono i più famosi e suggestivi d’Italia, che anche io spero di poter affrontare presto anche se per la maggior parte si tratta di itinerari impegnativi molto suggestivi. Questi itinerari non passano per piste ciclabili, ma compiono percorsi storici e naturalistici unici:

1- Ciclopista del Sole: percorso che va dal Brennero a Santa Teresa di Gallura (dettagli sul sito http://www.ciclopistadelsole.it/)
2- Ciclovia del Po: itinerario dalla sorgente al delta
3- Ciclovia Francigena: percorso che va da Como a Brindisi (interessante il sito ufficiale della Via Franchigena)
4- Ciclovie dei Fiumi del Triveneto: percorso panoramico affiancando il corso dei fiumi Adige, Livenza, Brenta, Piave, Tagliamento e Isonzo
5- Ciclovia Romea: itinerario che parte da Tarvisio e arriva a Roma
6- Ciclovia Adriatica: escursione da Trieste a Santa Maria di Leuca
7- Ciclovia Romagna Versilia: itinerario “marittimo” da Rimini a Viareggio
8- Ciclovia Conero Argentario
9- Ciclovia Salaria: itinerario che parte da Roma per arrivare a San Benedetto del Tronto
10- Ciclovia dei Borboni: da Bari a Napoli
11- Ciclovia degli Appennini: dal Colle di Cadibona a Reggio Calabria
12- Ciclovia Pedemontana Alpina: percorso da Trieste a Savona
13- Ciclovia dei Tratturi: escursione da Vasto a Gaeta
14- Ciclovia dei Tre Mari: da Otranto a Sapri
15- Ciclovia Svizzera Mare: da Locarno a Ventimiglia
16- Ciclovia Tirrenica: da Verona a Roma
17- Ciclovia dell’Adda: dallo Stelvio a Cremona
18- Fano – Grosseto

Cicloturismo: Ciclovia dei Borboni

Oltre i 18 itinerari sopraelencati comunque la cosa che mi è sembrata interessante sono stati i 50 percorsi di qualità. Infatti in questo caso si tratta di itinerari in prevalenza su pista ciclabile, facilmente percorribili anche per chi è alle prime armi e soprattutto, nella maggio parte dei casi, percorribili anche da famiglie con bambini. Questi 50 percorsi sono in genere percorribili in un solo giorno, adatti anche per una gita fuori porta del week end, insomma la tipologia di itinerario che la maggior parte dei ciclo-amatori alle prime armi cercano.

Oltre il sito ufficiale della Fiab e tutti i derivati sono comunque numerosi i prodotti del web indirizzati verso questo sempre più amato genere di turismo tra questi troverete sicuramente ogni tipo di informazione di cui possiate aver bisogno:

www.piste-ciclabili.com: questo è il primo sito che ho utilizzato. Nel mio caso ricercavo tutte le piste ciclabili di Roma, ma troverete mappe e itinerari per tutta Italia. Utilissimo per organizzare anche l’uscita della domenica in famiglia nella propria città.

www.bikeitalia.it: testata giornalistica adatta ai neo cicloturisti che, una volta provati i primi itinerari base vogliono approfondire ogni tematica del turismo in bicicletta. Vi si trovano interessanti articoli che danno dritte sulle attrezzature più adeguate da comprare, consigli di itinerari e una simpatica community di cicloturisti con i quali scambiarsi opinioni ed idee.

-www.lifeintravel.it: sito di una coppia di appassionati di cicloturismo. Troverete molti articoli, idee di itinerari, interviste a cicloturisti professionisti. Dalla passione per i viaggi in bici i due creatori di life in travel hanno generato anche un nuovo sito piuttosto interessante contenente numerose idee di itinerari: http://www.cicloguide.it/: Quì troverete anche delle ciclo-guide scaricabili.

 www.albergabici.it/: se organizzate una vacanza in bici può essere utile prenotare uno o più hotel lungo il percoso che siano anche organizzati per ospitare le vostre attrezzature, oppure che non si allontanino dagli itinerari che state percorrendo. Su questo sito troverete molte strutture specializzate che si sono unite in un unico portale proprio per dedicarsi al mondo del cicloturismo. Troverete non solo hotel, ma anche campeggi, b&b, rifugi o agriturismi, tutti attrezzatissimi, e inseriti su due pdf scaricabili (pdf catalogo 1, pdf catalogo 2)

Progetto Euro Velo: per chi arriva al punto di volersi spingere oltre, le vie dell’Europa sono aperte. La già citata Bicitalia offre anche informazioni riguardo percorsi fuori dai confini nazionali. Una delle tratte più apprezzate è sicuramente quella da Passau a Vienna (ben 320 km di percorso), ma i percorsi segnalati sono molti.

 

 

About Agnese.C 324 Articoli
Ex agente di viaggio, lettrice compulsiva di ogni genere letterario (esclusi libri rosa), viaggiatrice seriale con la passione per penna e calamaio. Convertita al mondo 2.0 ho creato Viaggi Zaino in Spalla e ora perseguo il faticoso compito di convertire ai viaggi indipendenti e al fai da te chiunque passi per le mie pagine

2 Commenti su Cicloturismo: la passione per le vacanze in bicicletta

  1. Grazie per la citazione… fa piacere vedere che ogni giorno sempre più gente si avvicina al cicloturismo! E sulle ciclabili e ciclovie è evidente questo boom… se passate in Trentino sarà un piacere farr 2 pedalate insieme

    • E’ bello vedere che le persone si avvicinano sempre più spesso a passatempi che li avvicinino alla natura. E comunque complimenti anche a voi che lo fate da tempo e condividete con noi le vostre esperienze e i vostri consigli 🙂

Dimmi cosa ne pensi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: