Rinnovare il passaporto costerà il doppio…sarà vero?

Le ultime news sul rinnovo dei passaporti

Rinnovo del passaporto

Qualche giorno fa il mio compagno dal divano mi ha esclamato “Cavolo devo rinnovare il passaporto e aumentano le tasse!! solita sfiga!”.

Sono andata a leggere incuriosita l’articolo e in effetti ciò che ho letto è stato che la tassa per il rilascio del passaporto salirà da 40,29 € alla modica cifra di 73,50€. Insomma se non raddoppia poco ci manca, ma bisogna ammettere che il tutto era spiegato in modo molto sommario e ho dovuto fare varie ricerche per comprendere un minimo la situazione.

Inutile dire che girando per i social dei viaggiatori amici ho letto più di una lamentela, mentre per molti altri la notizia è passata inosservata. Alcuni post comunque si sono diretti verso la protesta politica… ad esempio quello che definiva la manovra Renzi come l’antidoto alla fuga di cervelli dall’Italia (mmmm).

Comunque lasciamo stare le discussioni politiche a chi è deputato a farle e cerchiamo di ragionare da viaggiatori calcolando realmente quanto ci costerà il passaporto da oggi in poi.

Rinnovo passaporto

Partendo dalla teoria il decreto Irpef firmato Tonini abolisce la tassa annuale di 40,29 che si pagava per viaggi extra UE (e che comunque era una anomalia tutta italiana), ma aggiunge un contributo per il libretto il cui costo viene stabilito ogni 2 anni dal Ministero dell’Economia inserendo poi una tassa unica di emissione.

Sintetizzando prima del nuovo decreto per il passaporto si pagava 42,50 più 40,20 ogni anno di marca da bollo. Con la nuova normativa invece per il momento pagheremo all’emissione sempre i 42,50 per il libretto più una tassa unica di 73,50 (speriamo di aver capito bene perchè in giro non s trovano informazioni tanto chiare!!).

Tirando le somme quindi il passaporto ci costerà realmente di più?

L’aumento è per l’atto di emissione, che in effetti, comunque, si ha ogni 10 anni! Mentre non pagheremo il rinnovo annuale… anche se bisogna dire che ormai ben pochi lo pagavano dato che in aeroporto praticamente non veniva più chiesto.

Detto ciò se non si esce mai dall’Unione Europea il problema non si pone, visto che basta utilizzare la più economica carta d’identità.

Per i viaggiatori incalliti, invece, più si viaggia più si ammortizza il costo del passaporto. Quindi se volevate una scusa in più per partire ecco che l’abbiamo trovata!

 

About Agnese.C 324 Articoli
Ex agente di viaggio, lettrice compulsiva di ogni genere letterario (esclusi libri rosa), viaggiatrice seriale con la passione per penna e calamaio. Convertita al mondo 2.0 ho creato Viaggi Zaino in Spalla e ora perseguo il faticoso compito di convertire ai viaggi indipendenti e al fai da te chiunque passi per le mie pagine

Commenta per primo

Dimmi cosa ne pensi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: