Partire in vacanza in gravidanza

Si può partire tranquillamente in gravidanza? Dove e quando e come viaggiare con il pancione.

In vacanza in gravidanza
Un pancione vagabondo

Qualcuno vi guarda di traverso se dite di voler partire per un viaggio durante la gravidanza? Fate finta di niente, chiedete conferma al vostro dottore e partite. Una vacanza in gravidanza è possibile solo con qualche accortezza in più! 

(Baby on board – Guida per viaggiare in gravidanza)

Vi siete mai chieste perché partire in vacanza in gravidanza venga considerata una difficoltà insormontabile da tante persone?

Perché se una donna in gravidanza decide di fare le valigie per una vacanza che non preveda di parcheggiarsi su una spiaggia, viene bersagliata dal panico generale?

In gravidanza si diventa degli esseri di cristallo per tutti: attenzione perché potremmo fare del male a noi e al bambino! Non puoi fare quello che facevi quando non eri in gravidanza!!

Il punto è che non è che non si possa fare NULLA di quello che si faceva prima, semplicemente bisogna modificare il modo in cui si fa e avere qualche attenzione in più, ma se la gravidanza è tranquilla e senza problemi, ed il vostro ginecologo vi dà l’ok, ecco che non dovete necessariamente limitarvi: partite, divertitevi, e quello che farà bene a voi farà bene anche al pargolo in arrivo.

Per prima cosa per decidere dove andare in vacanza in gravidanza pensate anche a che punto siete nella crescita del pancione. In genere il primo trimestre è quello psicologicamente più complicato e fisicamente delicato. E’ durante questo periodo che si fanno un sacco di controlli ed il rischio di aborto sembra essere più vivo. In questo caso cercate una vacanza rilassante e non strapazzatevi troppo, ma questo non significa di posizionarsi su un divano in preda al panico.

In vacanza in Gravidanza
In vacanza in gravidanza: in montagna…. si può! Anche a 7 mesi di gravidanza SUONATI

Se siete al secondo trimestre SFOGATEVI: le debolezze iniziali dovrebbero essere superate, come anche dovrebbero essere superate le odiosissime nausee, il pancione è ancora di dimensioni accettabili ed il parto è ancora un bel pò distante dall’arrivare.

Detto ciò non vi è dubbio che il secondo trimestre è il periodo migliore per partire e per andare ovunque si decida di andare.

Nell‘ultimo trimestre bisogna essere un pò più caute soprattutto nell’ultimo mese di gravidanza. Il settimo è ancora un mese buono per darsi alla bella vita anche se la pancia può iniziare a pesare, tra l’ottavo ed il nono, invece, si consiglia di non allontanarsi troppo da casa.

Detto questo si può decidere dove andare in vacanza in Gravidanza.

1-Vacanze al mare.

Molte optano subito per queste… anche perché in molti non rinunciano ad un pò di sano mare estivo. La precauzione maggiore è di evitare di stare troppo al sole, soprattutto nelle ore di punta, e utilizzare sempre la protezione perché sembra che quei famosi ormoni che ci rendono insopportabili durante la gravidanza possano contribuire anche a qualche bella macchia della pelle.

2- Vacanze in montagna

Io le ho preferite alle prime: aria pura e soprattutto fresca, poca folla e tante camminate… anche se stando attente a non eccedere. Il non eccedere comunque non significa che il trekking sia da bocciare anzi una calma passeggiata montana può essere molto piacevole.

In vacanza in gravidanza
Campeggio gravidanza si può!

3- In vacanza all’estero

Ripartendo dal punto che ogni gravidanza differisce dall’altra, per le gravidanze senza problemi anche l’opzione estero non è da scartare. Per consiglio personale io eviterei di scegliere paesi in cui vengano rilevati problemi sanitari. Per i paesi europei avete solo l’imbarazzo della scelta, soprattutto in estate!!

Scelta la meta bisogna decidere come arrivare, cioè che mezzo di trasporto utilizzare:

1- Viaggiare in aereo in gravidanza

Per molte destinazioni estere è l’unico modo per arrivare e di certo non è da scartare. La pressurizzazione (o il metal detector) non creano problemi al bambino. In genere si consigliano voli non troppo lunghi, ma ho parlato con donne che al sesto mese di gravidanza se ne sono andate oltreoceano senza avere problemi.

L’importante è ogni tanto alzarsi e camminare per favorire la circolazione e soprattutto bere molto.

Controllare inoltre le direttive della compagnia aerea perché, a seconda del mese di gravidanza in cui vi trovate, la compagnia può richiedere un certificato del vostro specialista che attesti la gravidanza non a rischio.

In vacanza in gravidanza
A spasso per città d’arte in gravidanza…si può!

2- Viaggiare in auto

Molto spesso si opta per questa soluzione, anche se non proprio la più comoda quando il pancione inizia un pò a crescere e la schiena ne risente. Il consiglio è quello di fare belle pause durante i tragitti lunghi e farsi una camminata, sempre per aiutare la circolazione e anche per far respirare un pò la schiena.

Io sono arrivata da Roma in Austria e non sono morta! anche se ho spezzato il viaggio in 2 tratte fermandomi una notte a Verona: cosa apprezzata anche dal guidatore e dal mio cane.

3- Viaggiare in Treno

E’ in assoluto il mezzo che avrei scelto per partire per comodità e spazio se non fosse stato per il nostro cucciolo che sarebbe stato sacrificato. Io lo consiglio…in fin dei conti si può sempre noleggiare un’auto all’arrivo se si vuole stare comodi per spostarsi.

Perché ho scritto questo post?

Perché sono in vacanza con il mio pancione al settimo mese e per conquistarmi una vacanza come mi piaceva ho dovuto fare la guerra con un bel pò di gente che mi guardava con il panico negli occhi: Ma sei matta?!?!?

Eppure sono in Austria, non dall’altra parte del mondo, ed il trekking all’aria pura non può che essere salutare! E sinceramente non mi sono fatta mancare neanche un pò di sano campeggio con tenda e materassino che non mi ha di certo distrutta!

Soprattutto se si è alla prima gravidanza le voci che ci ronzano intorno sono molte, ma voi tappatevi le orecchie. Se avete sempre viaggiato potete ancora farlo anche se stando attente agli eccessi.

Anche il viaggio evolve come le nostre vite: per me ora è diverso da qualche anno fa… l’anno prossimo sarà diverso ancora, ma non c’è dubbio che non smetterò di viaggiare e scoprire il mondo.

Per avere tutte le informazioni di cui hai bisogno per viaggiare in gravidanza scarica il mio E-book su Amazon:

Baby on board – Guida per viaggiare in gravidanza

guida per viaggiare in gravidanza

Vuoi seguirmi su Facebook o twitter? Ti aspetto sulle pagine di Viaggi zaino in spalla.

facebookViaggi zaino in spalla

About Agnese.C 328 Articoli

Ex agente di viaggio, lettrice compulsiva di ogni genere letterario (esclusi libri rosa), viaggiatrice seriale con la passione per penna e calamaio. Convertita al mondo 2.0 ho creato Viaggi Zaino in Spalla e ora perseguo il faticoso compito di convertire ai viaggi indipendenti e al fai da te chiunque passi per le mie pagine

Commenta per primo

Dimmi cosa ne pensi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: