Cosa mangiare a Parigi: nel paese della nouvelle cuisine.

Guida ai piatti della cucina francese.

Cosa mangiare a Parigi

Per gli Italiani è difficile accettare che la cucina francese ci faccia concorrenza. Siamo orgogliosi delle specialità italiane e non ce la facciamo a considerare che la cucina francese sia così apprezzata al mondo dove tutti la considerano la cucina dell’eleganza, ultra costosa e via dicendo.

Purtroppo dobbiamo rassegnarci, i francesi sanno pubblicizzarsi meglio degli italiani, e hanno reso la nouvelle cuisine e tutte le sue specialità un vero marchio di fabbrica, cosa che noi purtroppo non riusciamo a fare vedendo le nostre specialità riprodotte in ogni forma, colore e modo…. senza urlare allo scandalo.

Comunque arrivando a Parigi è il caso di provare qualche piatto locale…. magari il lato low cost della cucina francese, dato che non sempre ci si può permettere un ristorante francese ultra  chic.

Cominciamo dalle basi della lingua… che possono essere utili quando arriverete ad ordinare:

Les entrees: sono una sorta di antipasti o i primi piatti che in genere comprendono insalate (in francese salades), oppure mousse o paté di carne, delle minestre (soupe), oppure dei sottaceti (assiette de crudités), o dei passati di verdure (potage), oppure piatti di salumi (Jambon cru, Jambon de Paris o saucisson cioè del salame). Per i palati fini si potranno ordinare anche huitres cioè ostriche, o crustaces (crostacei) o fruites de mer.

Le Plats: costituiscono il piatto principale e si dividono in piatti di carne o pesce (viande o poisson) accompagnati da un contorno detto garniture.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dessert: è come da noi la conclusione del pasto. Tra i dessert troverete numerosi dolci in genere farciti con molta panna, tra i più frequenti troverete la Tarte Tatin una sorta di torta di mele rovesciata. Spesso comunque tra i dessert si includono anche i formaggi tipici prodotti in grande quantità in Francia e di vario tipo e sapore.

Passiamo quindi a cosa mangiare a Parigi: i piatti da provare e quelli che non potrete evitare:

1- Le salse: sono una delle cose che vi troverete avanti sempre e ovunque. Nella cucina francese le utilizzano tantissimo, tanto che spesso ho sentito dire da italiani in viaggio “quà sono tutte salse, ma noi siamo abituati alla pastasciutta” (vabbè classiche critiche da italiani non facciamoci riconoscere).

Ne troverete di piccanti, di dolci e via dicendo e accompagnano un pò tutto. Sinceramente non le ho apprezzate tutte ma poter sempre accompagnare con un sapore diverso una pietanza è stato molto piacevole.

2-Baguette: se pensiamo alla Francia e agli spuntini francesi non può non venirci in mente il tipico filoncino francese trasportato quà e là in modi anche poco igienici, ma in realtà buonissimo specie caldo caldo di forno.

Girando per la città vi imbatterete spesso in piccole o grandi boulangerie, approfittatene e compratene appena sfornato sarà un ottimo spuntino e non solo!!

3- Crepe: queste proprio non potrete evitarle. In alcuni locali ci potete fare pasti interi prendendole salate o dolci, semplici o più elaborate.

In realtà se proprio vogliamo essere precisi le Crepe è fatta con farina bianca e con l’aggiunta di burro e zucchero e sono dolci venendo poi farcite con vari ingredienti come marmellate, gelato, liquori e via dicendo.

Oggigiorno potete assaggiare anche la variante salata che in realtà dovreste chiamare galette. queste si distinguono anche per gli ingredienti base che prevedono farina di grano saraceno e naturalmente ripieno salato.

Ci sono una infinità di locali dove sperimentarle, spesso troverete anche venditori ambulanti sparsi quà e là, ma tra i migliori locali dove mangiare crepe sicuramente posso inserire il Breizh Café (111, rue Vieille du Temple), il Mamie Tevennec (41, rue Faidherbe), La Crêperie des Canettes (10, rue des Canettes).

Cosa mangiare a Parigi
Il tipico sandwich francese: il croque-monsieur

 

4- Croque-monsieur: tipico pasto veloce, un panino alla francese, che potrete assaggiare in molti bar e localini di Parigi accompagnato magari da un bicchiere di vino bianco.

Alle origini era un semplice toast al prosciutto e formaggio, con il tempo sono nate numerose varianti come il croque-madame che prevede l’aggiunta di uovo, il croque-provencial con l’aggiunta di pomodoro, e l’auvergnant che usa il famoso omonimo formaggio Bleu d’Auvergne.

L’invasione di fast food con i loro hamburger e anche il proliferare di locali dove mangiare Kebab (particolarmente apprezzato) ha messo un pò in secondo piano questo prodotto tipico che però oggi gode di un periodo di gloria grazie a numerosi chef che lo stanno rispolverando in versioni decisamente eleganti.

Cosa mangiare a Parigi
Formaggio francese accompagnato da marmellata

5- Formaggi: i francesi se ne vantano e comunque, anche storcendo il naso, bisogna assaggiare i loro formaggi, almeno alcuni particolarmente deliziosi.

Ne esistono almeno 300 diversi tipi, di questi 45 si son guadagnati la denominazione di origine controllata. I francesi ne consumano in quantità industriale perché lo considerano un elemento ideale per garantire la buona salute.

Fra i formaggi che vi suggerisco di provare ci sono:

РLe Comt̩: formaggio dolce derivato dal latte di vacca.

РLe Camembert: questo lo conosciamo anche in Italia ed ̬ simbolo soprattutto della Normandia.

– Le Roquefort: assomiglia al gorgonzola (ammetto di averlo evitato).

– Le Bri: lo usiamo anche in Italia. E’ uno dei formaggi a pasta molle.

– Le Beaufort: tipico della cucina savoiarda.

– Le Saint Nectar: utilizzato spesso insieme ad insalata di pomodori.

 

6 -Zuppe: se andate a Parigi in inverno potrebbero essere molto piacevoli, i francesi le adorano e ne hanno diverse tipologie. Tra le più famose sicuramente ci sono la Bouillabaisse Marseillaise, la  Bourride provenzale, la Cotriade, la Crema di zucca, la Zuppa al formaggio, la Zuppa di cipolle, la Zuppa Parmentier.

Evito di elencare molte altre “prelibatezze” francesi, ho evitato senza problemi le famigerate escargot e ho assaggiato per errore, e con un certo disgusto, il Foie Gras… fegato grasso…o fegato d’oca o anatra…

Comunque la scelta è amplissima e magari potreste anche suggerire a me e a chi segue questo blog qualche altra ricetta francese speciale…o da evitare… fateci sapere!

 

 

 

 

About Agnese.C 308 Articoli
Ex agente di viaggio, lettrice compulsiva di ogni genere letterario (esclusi libri rosa), viaggiatrice seriale con la passione per penna e calamaio. Convertita al mondo 2.0 ho creato Viaggi Zaino in Spalla e ora perseguo il faticoso compito di convertire ai viaggi indipendenti e al fai da te chiunque passi per le mie pagine

Commenta per primo

Dimmi cosa ne pensi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: