Una travel-blogger allo specchio: Mara Saruggia

43 domande all'autrice di Mind The Trip

Un'intervista ad una blogger
Mara Saruggia

Una piccola analisi del mondo del travel blogging al femminile in Italia.

Ti sembrano delle Wonder Woman oppure le invidi per la loro vita lavorando in giro per il mondo? Non

sempre tutto è quello che sembra, dietro la vita di una travel blogger c’è tanto impegno e professionalità

oltre che passione per emergere in un mondo affollato di penne…o tastiere.

1- Come ti chiami?

Mara

2- Quando e dove sei nata?

Roma 29/11/1986

3- Cosa fai nella vita oltre a viaggiare?

Sono content editor di Agriturismo.it

4- Che formazione hai?

Mi piace definirla una formazione classica: liceo, studi letterari e poi giornalismo. Dopo l’università mi sono appassionata di social media e ho iniziato ad avvicinarmi a questo mondo facendo molti corsi.

5- Da dove nasce la tua passione per la scrittura?

Sono nata con la passione per la scrittura. A 10 anni ero già intenta nell’organizzare la storia del mio primo libro..

6- Secondo te non è strano che oggigiorno tutti vogliano scrivere e vivere di scrittura, ma ben pochi amino leggere?

Molto strano e non capisco come sia possibile. Sono due aspetti della stessa medaglia, due valori complementari. Senza lettura non si può scrivere e viceversa.

7- Quando e perché è nata l’idea di aprire un blog?

L’idea di aprire un blog è nata nel 2011. Avevo voglia di dire qualcosa al mondo del web e sono andata a pescare la mia seconda passione, il viaggio.

8- Sei diventata travel blogger nel momento in cui hai aperto il tuo blog?

Perché sono una travel blogger?

9- A tuo modo di vedere, quali capacità e competenze deve possedere un bravo travel blogger?

Deve essere in grado di raccontare ciò che vede con i suoi occhi, farlo in modo naturale ma allo stesso tempo originale per distinguersi dall’onda dei tb. Deve saper condividere in tempo reale le sue esperienze.

10- Qual è l’aspetto del travel blogging che ti dà maggiori soddisfazioni?

Ascoltare altri viaggiatori che hanno seguito i miei consigli

11- Qual è secondo te il rapporto fra giornalismo di viaggio e blog?

Credo che giornalismo di  viaggio e i blog possano lavorare insieme e creare grandi cose, tutte al servizio del turista.

12- Consideri il ‘travel blogger’ un’attività professionale (presente o futura) o rimane solo un bellissimo hobby?

In futuro credo che diventerà un’attività professionale, ma non vorrei che perdesse il suo carattere originario.

13- Un blog di viaggi può realmente diventare uno strumento di business?

Assolutamente si.

14- Cosa pensi del mondo del travel blogging italiano?

Spesso lo trovo monotono.

15- In un web popolato da travel blogger al femminile. Come mai, secondo te, il mondo del travel blogging non è declinato al maschile?

È probabile che sia un caso.

16- Ritieni che le donne percepiscano il viaggio in maniera diversa rispetto agli uomini?

Non credo sia una distinzione di genere. Dipende molto da che personalità hai e in che modo intraprendi

un nuovo viaggio.

17- Secondo te esistono destinazioni che si prestano più di altre ad una vacanza al femminile?

Assolutamente no.

18- Quali sono secondo te i Travel Blogger più interessanti in lingua italiana?

Marco di  Nonsoloturisti, Elisa e Luca di Miprendoemiportovia.

19- In assoluto qual è stato il post di cui vai più orgogliosa?

Tutti i post di consigli su Londra, nati dal mio trasferimento in città.

20- Quale consiglio ti senti di dare a chi vuole intraprendere la professione di travel webwriter/travel blogger?

Esercitarsi nel trasmettere agli altri le emozioni provate durante il viaggio. Oggi l’esperienza del viaggio conta più della destinazione

21- Sei di quelle che apprezzano o odiano i blogtour ?

Non ho mai partecipato ad un blog tour!

22- Che tipo di viaggiatrice sei?

Il mio modo di viaggiare è cambiato nel corso degli anni. Se prima ero una viaggiatrice super-organizzata (a livelli maniacali!) oggi mi faccio trascinare dal posto. Mi informo sempre moltissimo sulla destinazione, sia prima che durante il viaggio ma mi piace farmi prendere per mano dal posto di arrivo. Giorno dopo giorno appunto, prima mentalmente e poi sotto forma di scrittura (a mano, sono un po’ antica!), tutto ciò che più mi ha emozionato e lo

23- Cosa ne pensi dei viaggi in solitaria? Li hai mai fatti?

Da provare almeno una volta nella vita. Io ho viaggiato in solitaria tra Svezia e Norvegia: bellissima esperienza!

24- Dove e quando affidarsi invece ai tour operator?

Al momento non mi sono mai affidata ai tour operator, ma non giudico chi lo fa per questioni di sicurezza.

25- Qual è la situazione più difficile che hai dovuto affrontare durante uno dei tuoi viaggi?

Per fortuna non mi sono mai capitate disavventure particolari, a parte varie infezioni prese durante le trasferte.

26- Anche la cucina è un’avventura, qual è il piatto più strano che hai mangiato?

Ho il brutto difetto di mangiare di tutto. Per me non esistono piatti strani.. sono tutti buoni!

27- C’è un personaggio (scrittore, giornalista, viaggiatore del passato) che ispira la tua filosofia di viaggio?

………

28- Quali emozioni provi prima di avventurarti in un nuovo viaggio? E al ritorno?

Adrenalina allo stato puro. E quando rientro non ho il tempo di capire che tipo di emozioni provo: sono già

proiettata nel prossimo viaggio.

29- Quale film e quale libro consiglieresti sull’argomento viaggi?

Il tè nel deserto come libro e Sette anni in Tibet come film

30- Come scegli una destinazione di cui parlare nel tuo blog?

Cerco di partire da quelle appena visitate, oppure da quelle più in voga del momento, a cui si legano eventi particolari, come l’apertura di un hotel stravagante o la nuova attrazione del posto.

31- Ritieni che i social network stiano cambiando il modo di viaggiare?

Si, lo stanno cambiando. I viaggiatori si lasciano ispirare dai viaggi degli amici o dei travel blogger. Magari guardano una foto condivisa e decidono di partire anche loro per quella città. Ma ciò che più conta è che riescono a trovare nei social network dei consigli di viaggio che prima avrebbero trovato solo sulle guide oppure nelle  agenzie di viaggio.

32- Mappa o navigatore? In questo sei vecchio stile o prediligi la tecnologia?

Mappa. Per me il navigatore non l’hanno mai inventato!

33- Quando scrivi un post su una località che hai visitato, quali sono gli aspetti a cui presti maggiore attenzione?

Mi piace cercare di sintetizzare in pochi punti le attrazioni della località, dare dei consigli su dove mangiare e dormire e abbandonarmi a piccole curiosità che possono intrigare il futuro turista.

34- Una località che hai visitato e che ti è rimasta nel cuore?

L’Irlanda.

35- La tua wishlist per il 2015?

Al momento ho in programma un tour enogastronomico in Portogallo, un tramonto a Ibiza, la visita alle tartarughe a Cefalonia e qualche scatto in Birmania

36- Qual è la prima cosa da pianificare quando si sceglie una meta?

Spesso mi capita di invertire l’ordine dell’organizzazione di un viaggio: parto dal biglietto aereo per decidere la destinazione. Dopo scatta la raccolta di materiale: mi piace studiare la storia e le tradizioni di quel posto e immaginarmelo ancor prima di arrivare.

37- Come risparmiare nei viaggi?

Adattarsi è la parola d’ordine!

38- Di tutti i Paesi che hai visitato in quale ti piacerebbe vivere e perché?

La Norvegia per il suo

39- Qual è il segreto per godersi al massimo un viaggio di pochi giorni?

Riuscire a trovare il giusto equilibrio tra la frenesia di visitare tutta la città e il relax di cui abbiamo bisogno

40- Il posto che non hai ancora visitato ma che sogni da una vita?

Perù

41- Il primo pensiero quando torni a casa dopo un lungo viaggio?

Meno male che ho già prenotato un biglietto aereo per il prossimo mese!

42- Quali sono i tuoi progetti a breve termine? E quelli sul lungo periodo?

Continuare a viaggiare per il breve termine e.. continuare a viaggiare per il lungo 

43- Essere una travel blogger significa creare un legame speciale con i lettori. Cosa ti ha dato e continua a darti questa esperienza a livello umano?

Tante persone che si affidano ai miei consigli e che a loro volta consigliano me. Lo scambio di informazioni è importantissimo!

 

Ti ringrazio per avermi concesso un po’ del tuo tempo aprendomi il tuo mondo e sono contenta di averti

come ospite tra le pagine del mio blog.

Mara Saruggia

Mind the Trip
Facebook: https://www.facebook.com/Mindthetrip
Twitter: https://twitter.com/MindTheTrip
Google+: https://plus.google.com/u/0/108295753313900800154/posts

 

Vuoi seguirmi su Facebook o twitter? Ti aspetto sulle pagine di Viaggi zaino in spalla.

facebookViaggi zaino in spalla

About Agnese.C 328 Articoli

Ex agente di viaggio, lettrice compulsiva di ogni genere letterario (esclusi libri rosa), viaggiatrice seriale con la passione per penna e calamaio. Convertita al mondo 2.0 ho creato Viaggi Zaino in Spalla e ora perseguo il faticoso compito di convertire ai viaggi indipendenti e al fai da te chiunque passi per le mie pagine

Commenta per primo

Dimmi cosa ne pensi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: