Fenomenologia dello Zaino: metafora di libertà o limitazione?

Fenomenologia dello zaino

Ormai lo Zaino, o l’idea di vaggio zaino in spalla, sembra essere un sinonimo di indipendenza, libertà, assenza di vincoli e costrizioni. Da semplice oggetto, mezzo di trasporto di oggetti, lo Zaino è diventato espressione di una filosofia di vita, inizialmente di pochi, poi di tanti…ora forse anche di troppi

Pullulano sul web post su come lasciare tutto e partire, sulla bellezza di viaggiare zaino in spalla, sulla bellezza di essere un viaggiatore zaino in spalla piuttosto che un viaggiatore con trolley…

Zaino: un concetto che va oltre *

Lo zaino in se è un concetto articolato che molti non si fermano ad analizzare nella sua complessità, una metafora di uno stile di vita e la limitazione di un altri concetto esistenziali: la proprietà e la comodità.

Lo zaino ti dà libertà, ti crea un  modo di esistere svincolato dalla vita comune, ti apre al mondo, ti alleggerisce, ma contemporaneamente limita la tua proprietà e ti toglie la comodità della tua vita.

Lo zaino è la misura di ciò che hai, ma contemporaneamente è la misura di ciò che ti serve Condividi il Tweet.

Un pò come dire che il bicchiere può essere mezzo pieno o mezzo vuoto a seconda di come lo guardi: non hai ciò che vuoi, ma porti comunque sulle spalle ciò che ti serve.

Fenomenologia dello zaino

Non è questione di moda: viaggiare zaino in spalla fa per te? *

Non tutti sono adatti a viaggiare zaino in spalla e questo purtroppo sembra sfuggire a molti.

Non tutti accettano la limitazione di questo spazio angusto  e anche poco comodo, il peso di quello che reputiamo indispensabile direttamente sulle spalle.

Eppure, a guardare bene, lo zaino è la degna ed esplicita misura di ciò che realmente ci serve. Oltre quello abbiamo il superfluo. Il superfluo da cui ci separiamo con sofferenza nel momento in cui non possiamo permettercelo per denaro o anche per un angusto spazio che non permette di averlo a disposizione.

Libertà o limitazione? Gioia dell’apertura o sofferenza per la privazione?

Forse queste sono le fasi da affrontare e forse tutti dovrebbero avere uno zaino in spalla nella vita, magari al posto della 24h per andare in ufficio.

La nostra vita ha bisogno di uno zaino di cose, uno zaino della dimensione che riesci a trascinare, né più grande né più piccolo. Il resto è il superfluo che dovremmo smettere di piangere nel perdere o nel non avere.

Lascia la tua mail e scarica la guida in regalo di questo mese: Valencia *




Follow my blog with Bloglovin

About Agnese.C 317 Articoli
Ex agente di viaggio, lettrice compulsiva di ogni genere letterario (esclusi libri rosa), viaggiatrice seriale con la passione per penna e calamaio. Convertita al mondo 2.0 ho creato Viaggi Zaino in Spalla e ora perseguo il faticoso compito di convertire ai viaggi indipendenti e al fai da te chiunque passi per le mie pagine

Commenta per primo

Dimmi cosa ne pensi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: