Calendario editoriale di un travel blog: il percorso precede la destinazione

Calendiario editoriale

La pianificazione per un blog è fondamentale e strutturare un calendario editoriale per un travel blog è un passaggio tutt’altro che semplice.

Chiunque voglia pianificare una vacanza, prima della prenotazione, passa per la fase di informazione ed è proprio questa fase che noi travel blogger dobbiamo intercettare. In che modo? La risposta è ovvia: creando contenuti utili e che quindi rispondano a delle domande.

Purtroppo questo significa che non possiamo scrivere sempre solo ciò di cui abbiamo voglia di parlare: questo significherebbe scrivere per non essere trovati.

L’aspirante viaggiatore quindi si trova nella fase in cui sa dove andare, ma ha bisogno di informazioni in merito e quindi ricerca idee, itinerari, orari e gli immancabili costi… inutile dire che il post più letto sul mio blog è proprio “Vacanze in Croazia: quanto costano?“.

Se queste informazioni sono poi farcite di emozioni ed esperienze da parte di chi ha già vissuto quei posti vengono considerate ancora più credibili, ed ecco perché la parola dei travel blogger può essere l’opinione che fa pendere l’ago della bilancia da un lato o dall’altro di una decisione.

Detto ciò si capisce allora perché un calendario editoriale ben programmato sia importante: bisogna studiare di cosa parlare, in che periodo, capire le destinazioni di viaggio che attraggono in ogni momento dell’anno e via dicendo…. insomma il travel blogging non è una improvvisata con pc sulla spiaggia di un’isola deserta! Mi dispiace rovinarti la festa.

Partiamo per gradi e vediamo insieme come procedere e anche perché.

Cosa è un calendario editoriale *

Calendario editoriale

E’ ciò che ti permette di superare il blocco dello scrittore, ma è anche ciò che ti aiuta di seguire la linea editoriale che hai stabilito già all’apertura del blog… ah già ti ricordi che ne ho parlato?

Se non lo hai fatto leggi anche:Aprire un travel blog: gli errori che ho fatto e che devi evitare

Gli amanti del Viaggio Lento dicono che

il percorso per arrivare è più importante del viaggio stesso Condividi il Tweet

….bene anche per la scrittura di un post il ragionamento è lo stesso.

Bisogna seguire una linea editoriale stabilire argomenti studiando le tendenze, bisogna capire COME parlare di una destinazione, e stabilire anche dei viaggi che siano tematicamente attinenti durante l’anno…dato che non possiamo scrivere di qualcosa che non abbiamo visto.

Insomma un calendario editoriale per un travel blogger è qualcosa di complesso, ma necessario. E’ quello che ti permette di seguire una strategia di Content Marketing che si rispetti… che  ti distingue da un qualsiasi blogger non professionista.

Visitata una destinazione puoi parlarne in 100 modi diversi, ma bisogna anche capire quale di questi 100 modi attira più lettori, quando li attira e, soprattutto, devi considerare quale di quei punti di vista corrisponde alla nicchia che ti sei prefissato di raggiungere.

Sei stato a Parigi perché ti hanno regalato un soggiorno in un 5 stelle lusso…ma hai un blog di viaggi low cost… forse non puoi pensare ad un post che suggerisca l’hotel in cui sei stato.

Creare un calendario editoriale di certo non significa riempire delle caselline bianche tanto per fare qualcosa:

Programmare significa seguire una strategia Condividi il Tweet

Da dove partire? *

Calendario editoriale

Io direi di partire dai viaggi fatti e anche da una informazione perpetua di settore.

Quando ti ho detto di programmare dei viaggi durante l’anno che corrispondano ad una tua linea non scherzavo affatto.

Anche la scelta di capitali particolari, magari poco seguite da altri blogger potrebbe essere un modo per sviluppare il tuo travel blog in una direzione molto più interessante… allora sì lo posso dire: anche l’acquisto dei vostri low cost per l’Europa da forma al vostro calendario editoriale.

Per ogni viaggio puoi sviluppare una infinità di tematiche l’importante è che siano approfondite, utili e soprattutto originali. Conoscere una città da un punto di vista particolare può regalarti originalità.

Messi su carta tutti i temi ci si può rivolgere a Google Trends per avere un’idea di quelli che sono gli argomenti più ricercati e dare precendenza quindi ad alcune tematiche da te sottolineate.

Potete iniziare ad inserire in uno schema i tuoi titoli usando quindi una certa logica… non si parla di neve in estate! Tantomeno del mare di Sardegna in Inverno.

E bene tenere sempre in vista un calendario di eventi speciali che possono essere affrontati: hai già parlato di Parigi 100 volte, ma magari non hai mai parlato di quella festa di Halloween al quartiere latino che ti ha fatto divertire…ecco un titolo da inserire ad inizi di ottobre! Le feste sono sempre ottimi spunti.

Come trovare le idee per scrivere un travel blog *

  • Punto 1… devi viaggiare.
  • Punto 2… devi leggere.

Il primo punto aiuta a trovare gli argomenti, il secondo ti insegna ad esprimerli.

Ti sembrano due elementi separabili? Personalmente credo sia indispenabile per un travel blogger saper descrivere una destinazione in modo che il lettore la viva e trovi lo scritto utile e stimolante.

Il tutto è un processo profondo che probabilmente ha bisogno di anni di viaggi, anni di scrittura e migliaia di pagine lette!

Non pensare di essere arrivato neanche se riesci ad aumentare le tue visite giornaliere Condividi il Tweet

Che forma ha un calendario editoriale? *

Lo trovo ininfluente nel funzionamente del vostro blog, ma in molti me lo chiedono. Non c’è un supporto preciso da utilizzare. Puoi scegliere tu il mezzo che ti mette più a tuo agio.

Personalmente ho iniziato con Google Calendar inserendo colori diversi per ogni attività. Ma ho provato anche un plugin scaricabile su WP… che ora utilizzo solo per avere un colpo d’occhio sulla programmazione…e presto eliminerò.

Mentre mi trovo bene anche a scrivere in cartaceo… sono una blogger da penna e calamaio.

E tu quanto ti affidi ad un Calendario editoriale e quanto al caso? Raccontaci la tua strategia.

Una mail in cambio di poco disturbo e tante informazioni e curiosità. Entra nella famiglia di Viaggi Zaino in Spalla e scarica la tua guida gratuita di questo mese *



Follow my blog with Bloglovin

About Agnese.C 308 Articoli
Ex agente di viaggio, lettrice compulsiva di ogni genere letterario (esclusi libri rosa), viaggiatrice seriale con la passione per penna e calamaio. Convertita al mondo 2.0 ho creato Viaggi Zaino in Spalla e ora perseguo il faticoso compito di convertire ai viaggi indipendenti e al fai da te chiunque passi per le mie pagine

2 Commenti su Calendario editoriale di un travel blog: il percorso precede la destinazione

  1. Anch’io sono da carta e… penna (il calamaio l’ho lasciato in Italia) 😉
    Il mio calendario viene scandito dagli eventi di Lisbona e da qualche viaggio organizzato, ma è diffcile per me pianificare con anticipo i viaggi.
    Interessante il tuo articolo, ottimi spunti 😉

    • Grazie Liliana,
      in effetti scegliere viaggi per integrare un calendario editoriale nono è una cosa semplice, ma ti lancio un’altra palla: se hai scelto alla base del tuo blog uno tile e una linea che ti rispecchi ed una nicchia adeguata i viaggi si adegueranno quasi automaticamente al tuo calendario. Il tuo blog ne è un esempio: lavori e vivi a Lisbona da anni e parli principalmente della città in cui ti sei trasferita. La tua vita di tutti i giorni corrisponde a spunti per il tuo calendario editoriale…non hai bisogno di costruirci nulla intorno.

Dimmi cosa ne pensi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: