Villa d’Este: una passeggiata magica tra le fontane a due passi da Roma

Villa d'Este

A volte studiare di un luogo non aiuta ad amarlo. L’ho scoperto con molte località e siti che circondano la zona in cui sono nata e cresciuta e Villa d’Este lo ha confermato: devi scoprire un posto con gli occhi dell’anima non con le parole di un libro per capirne la bellezza nascosta e poterne parlare agli altri.

Probabilmente questo fa anche la differenza tra un blog ricavato da esperienze vissute ed uno, invece, frutto di semplice ricerca su Google: si sente!

“… dovunque tu volga il guardo ne zampillano polle in sì varie maniere e con tale splendidezza di disegno, da non esservi luogo su tutta la terra che in tal genere non sia di gran lunga inferiore…” (Lettera di Uberto Foglietta a Flavio Orsino, 1569)

Questa frase apre il sito ufficiale di Villa d’Este e forse non vi sono parole migliori per descrivere la meraviglia che i giardini di questa villa in posizione panoramica sulla pianura romana, e tra i Patrimoni Unesco, riescono a scatenare.

villa d'este

Villa d’Este è un piccolo paradiso che ogni volta mi scatena nuove emozioni.

Sono nata qui a 550 mt (secondo Google) proprio dalla Villa rinascimentale.

L’ho visitata di notte, tra luci soffuse e musiche d’archi.

L’ho rivisitata di giorno, sotto il sole luminoso che rendeva brillanti gli zampilli e le cascate d’acqua.

E’ solo in virtù di queste numerosi passaggi che non posso che implorare chi è in vacanza a Roma a mollare la città per un giorno, affrontare il percorso (non proprio veloce) per arrivare a Tivoli e gettarsi tra affreschi, fontane e viali verdi.

Una meraviglia nascosta *

villa d'este

devi scoprire un posto con gli occhi dell'anima non con le parole di un libro per capirne la… Condividi il Tweet

Le guide parlano un bel po’ di Villa d’Este. Non vi sto di certo presentando un luogo sconosciuto e nuovo, ma mi stupisce che, in proporzione all’enorme mole di persone che arrivano a Roma, così pochi si spingano verso Tivoli per ammirarla.

Sarà colpa dei viaggi ormai troppo corti e schizofrenici che non ci permettono di godere appieno di un luogo. Villa d’Este comunque ha la sua mole di visite… quanto basta per fare un po’ di fila al botteghino, e anche per rendersi conto di dove sia l’ingresso.

In effetti l’entrata quasi modesta della Villa sembra voler nascondere la bellezza della stessa.

Nella piazzetta dove campeggia una statua di arte contemporanea, e dove si affaccia qualche negozio di souvenir, sembra attrarre molto di più l’ingresso della chiesa, affiancato a quello della villa e sormontato da un alto campanile.

Il portone di Villa d’Este sembra timido in un angolo, segnalato da una insegna in mosaico colorato.

  • Gli appartamenti di Villa d’Este, Tivoli

L’ingresso nel chiostro è “luminoso” e conduce verso le stanze di Villa d’Este.

villa d'este

Le stanze si susseguono una dopo l’altra, sono vuote… si potrebbe dire, ma i dipinti illuminati dalle finestre che si affacciano sul giardino e sul panorama romano rendono le macchine fotografiche infuocate.

La Villa fu frutto delle fantasie del cardinale Ippolito II d’Este che delegò i lavori a illustri pittori e architetti del ‘500 per concludere l’opera.

Negli anni furono poi molti gli interventi… e da queste parti arrivò anche il lavoro del Bernini. Fortunatamente il degrado che colpì la villa nei secoli, privandola di numerose opere d’arte, è stato fermato, e oggi Villa d’Este è disponibile per chiunque voglia ammirarla.

  • Il Giardino di Villa d’Este, Tivoli

villa d'este
Il viale delle 100 fontane che porta alla fontana della Rometta

E’ quando si esce nei giardini di Villa d’Este che si viene colpiti dalla meraviglia del posto immerso nella natura della provincia romana.

Un giardino a terrazze dove fontane di ogni genere e zampillii si susseguono una dopo l’altra in piazzette illuminate o lungo viali verdi e rigogliosi.

La meraviglia tecnica di queste fontane è che l’acqua che si vede sgorgare copiosa non circola grazie a strumenti meccanici, ma solo grazie all’applicazione del principio dei vasi comunicanti che all’epoca del progetto del giardino fu una vera rivoluzione.

villa d'este
Il viale delle 100 fontane che porta alla fontana della Rometta

Si parte dalla Fontana di Venere di Raffaele Sangallo. si passa per il romantico viale delle Cento fontane (dove però ce ne sono circa 300 a dispetto del nome) che parte dalla “Rometta” (riproduzione in miniatura di Roma) e sbuca nell’intima Fontana dell’Ovato. Si passeggia poi per arrivare alla Fontana di Nettuno, l’ultima arrivata e anche la più imponente dove si cela lo zampino del Bernini.

villa d'este

Un’altra bellezza è sicuramente l’organo idraulico della fontana dell’Organo. Ogni giorno dalle 10,30 viene attivato ogni 2 ore quindi non vi stupite se improvvisamente sentirete della musica nel giardino.

Il giardino, circondato da mura non altissime, è inserito nella vecchia Tivoli ed è facile, camminando per i viali laterali, sbirciare le case abitate… e magari le file di panni stesi alle finestre. Insomma da qualche altra parte non si vedrebbero, ma questa è la vita normale di queste parti

villa d'este

Una prospettiva nuova di Villa d’Este è anche quella regalata dal video realizzato da Raimondo Luciani in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Roma, Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo.

Come arrivare a Villa d’Este, Tivoli *

Non mi piace mai partire da informazioni tecniche quando parlo di un luogo. Mi sembra di rovinare tutta la magia di un discorso, ma di questo avete bisogno: informazioni tecniche, quindi sono qui anche per aiutarvi in questo.

Arrivare a Tivoli non è difficile anche se un po’ lunghetto. Potete scegliere tra bus e treno.

  • Roma-Tivoli in Bus

Il bus Roma/Tivoli… che i pendolari romani conoscono bene… è il Roma/Tivoli che, dal capolinea Cotral che troverete di fronte alla stazione metro di Ponte Mammolo, attraversa tutta la “meravigliosa” Tiburtina.

Diciamo che questo è il collegamento in teoria migliore per arrivare a Villa d’Este: un solo bus che vi fa scendere a pochi metri dalla porta della Villa. In pratica il traffico è sempre piuttosto forte sulla Tiburtina, specie nelle ore di punta, ed il percorso può durare anche 1 ora e mezza o 2.

Arrivati a Tivoli potrete scendere alla prima fermata: la grande piazza con il giardino alberato sulla sinistra ed il belvedere. Da li Villa d’Este (Piazza Trento) è raggiungibile in pochi minuti.

  • Roma-Tivoli in treno

L’alternativa al bus è il treno che in genere parte dalla Stazione Tiburtina e arriva (o passa) per la stazione di Tivoli. Con il treno ci si risparmia il traffico, ma il percorso non è poi tanto più breve.

Il treno è un regionale che quindi fa un bel po’ di fermate e la stazione di Tivoli è dall’altra parte della cittadina, quindi dovrete camminare un pochino… ma niente di tragico non sarete in una immensa metropoli, il percorso è di circa 1 km e 200 mt.

In compenso non potrete evitare una bella passeggiata nella bella Tivoli tra negozi e resti antichi… insomma male non va comunque.

Biglietti e ingressi a Villa d’Este *

Il Biglietto d’ingresso ha un costo di 8€, ma si può visitare gratuitamente la Villa la prima domenica di ogni mese.

Bella la possibilità estiva di visitare la villa durante l’orario notturno.

Per maggiori informazioni ci si può rivolgere al sito istituzionale di Villa d’Este.

Avete mai visitato questa Villa alle porte di Roma? Ho scatenato la vostra fantasia? Fateci sapere cosa ne pensate qui sotto o anche via mail.

Una mail in cambio di poco disturbo e tante informazioni e curiosità. Entra nella famiglia di Viaggi Zaino in Spalla e scarica la tua guida gratuita di questo mese



Follow my blog with Bloglovin

About Agnese.C 299 Articoli
Ex agente di viaggio, lettrice compulsiva di ogni genere letterario (esclusi libri rosa), viaggiatrice seriale con la passione per penna e calamaio. Convertita al mondo 2.0 ho creato Viaggi Zaino in Spalla e ora perseguo il faticoso compito di convertire ai viaggi indipendenti e al fai da te chiunque passi per le mie pagine

Commenta per primo

Dimmi cosa ne pensi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: