Quarant’anni tra le pagine di un travel blog

quarant'anni

Sono qui ad impiastricciare questa pagina in un giorno che non è di certo una svolta, ma comunque un evento anagrafico importante… o almeno così dicono che sia: festeggio i miei quarant’anni tra le pagine del mio travel blog.

Quarant’anni… come definirli? Forse il punto è non definirli affatto.

Non sono l’età della consapevolezza…o almeno non lo sono più dei 39 o meno dei 41. Non sono l’entrata in una nuova vita. Non sono l’inizio di un nuovo modo di essere.

Quarant’anni sono un compleanno come un altro con l’unico problema psicologico di essere considerata ormai dagli altri una adulta senza scuse: a trenta si può far finta di essere ancora un ragazzino, a quaranta no! Nessuno ti giustifica più!

Ecco allora che anche un travel blog viene considerato un passatempo ludico che è poco giustificato mantenere: non hai di meglio da fare? Ti porta qualcosa (monetariamente parlando)? Altrimenti che lo tieni a fare!

Insomma una quarantenne ha una famiglia, ha un lavoro, ha i figli, ha la casa… perché dovrebbe trovare il tempo di scrivere di viaggi?

Forse perché anche una quarantenne ha diritto di continuare a sognare e far sognare. Condividi il Tweet

La scrittura ha preso piede in me come luogo di fuga, poi è diventata il luogo dei sogni. Oggi è invece il luogo in cui la mia vita reale diventa immortale e pubblica.

Questa è stata la mia crescita personale e la scrittura ne è testimonianza plateale.

Parole, pensieri che si tramutano in inchiostro digitale ed entrano nell’etere per diventare parte di un flusso eterno e disponibile a tutti. Se le mie parole possono essere utili, possono essere emozioni per gli altri, perché dovrei rinunciare a tutto questo?

Sicuramente il mio blog è cambiato da quando è iniziato. Ero una single in giro per il mondo che lavorava in agenzia di viaggi.

Oggi sono una expat madre di due bambini e moglie che si arrampica con difficoltà nello studio della lingua ceca e cerca di perfezionare il suo inglese mentre spera di far sentire la sua voce al mondo.

Viaggi Zaino in Spalla non è un blog tra i migliori d’Italia, almeno non lo è per l’opinione pubblica, ma lo è per me.

E’ un blog genuino in cui metto le mie esperienze e cerco di aiutare gli altri a prendere il volo. E’ un blog che non vive di sponsor, ma di passione.

Certo non si rifiuta qualche entrata, sarei ipocrita a non ammetterlo, ma non sono una professionista che può vivere di queste pagine.

Ma in fin dei conti cosa rende un blog migliore di altri? Questo è un bel dilemma. Leggo molti blog sulla cresta dell’onda e non ci trovo niente di particolare, mentre eleverei a superiori successi blog che restano nell’ombra.

Forse prima o poi troverò una soluzione a questa domanda, o forse poco me ne importa di capire perché il mio blog piaccia a meno persone di altri. Per ora mi ha dato grandi soddisfazioni e centinaia di persone lo visitano ogni giorno entrando inconsapevolmente a contatto con me.

Forse in questo mondo fatto di influencer e maghe dei selfie poco spazio è riservato a quarantenni poco portate per la luccicosa immagine pubblica, ma le parole, quelle sane e sincere restano e, prima o poi, qualcuno se ne accorgerà.

Per ora spengo le mie candeline sorridendo di questo mondo fatto di immagine e scintillii spesso finti, ma plateali, e guardo con orgoglio le mie pagine poco sfavillanti ma personali e vere.

quarant'anni 6

Auguri a me e stop… domani è un altro giorno!

Una mail in cambio di poco disturbo e tante informazioni e curiosità. Entra nella famiglia di Viaggi Zaino in Spalla e scarica la tua guida gratuita di questo mese



Follow my blog with Bloglovin

 

About Agnese.C 321 Articoli
Ex agente di viaggio, lettrice compulsiva di ogni genere letterario (esclusi libri rosa), viaggiatrice seriale con la passione per penna e calamaio. Convertita al mondo 2.0 ho creato Viaggi Zaino in Spalla e ora perseguo il faticoso compito di convertire ai viaggi indipendenti e al fai da te chiunque passi per le mie pagine

2 Commenti su Quarant’anni tra le pagine di un travel blog

    • Ti ringrazio… considerando che sto con la febbre a 40, mal di gola e dolori vari… il tuo commento è sicuramente ciò che mi serviva appena alzata :-p

Dimmi cosa ne pensi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: