Vivere la primavera di Praga… Il momento piu’ vivo ed eccitante della capitale Ceca. I suggerimenti di una insider per godere al meglio di sole e aria aperta.

Praga in primavera è più bella quando gli alberi di ciliegio in fiore riempiono le strade e i bar sul fiume Moldava tra i vicoli del centro storico si animano di nuovo.

Mentre il clima praghese si libera dalle catene del freddo invernale e delle giornate corte i giardini di Praga rinverdiscono, i parchi gioco pullulano di pargoli scatenati, le ciclabili di bici e pattinatori (o di qualunque mezzo su ruote)… e tutte le ville e gli scorci romantici si riempiono di coppie di sposini orientali in abito da cerimonia arrivati qui per il loro servizio fotografico.

La primavera di Praga
La primavera di Praga

Le temperature più calde primaverili di Praga aprono anche altre opzioni per le cose da fare a Praga. È tempo di godersi ancora una volta il fiume Moldava a Praga , e la vita notturna praghese si riversa ancora una volta all’aperto, in particolare nei bar sul molo di Naplavka .

Primavera a Praga: le 15 cose migliori da fare
1. Collina di Petřin

Il Parco Petrin è meraviglioso tutto l’anno, ma è imperdibile in primavera pe questo è una delle prime cose da vedere a Praga in primavera, soprattutto se hai intenzione di fotografare la citta’ dall’alto ma anche per goderti una camminata nel verde in citta’ .

I tratti di pendio più bassi, in particolare il Giardino del Seminario (Seminarska zahrada) sono piantati con centinaia di alberi dai fiori bianchi, e da aprile all’inizio di maggio è uno dei luoghi più spettacolari di Praga.

C’e’ chi si avventura a piedi anche in salita ma si puo’ prendere la funicolare della collina di Petrin fino in cima (nei periodi di alta stagione mettete in conto un po’ di fila). Di fianco all’arrivo della funicolare si trova un piccolo giardino delle rose che con il sole e’ un vero angolo di pace.

A destra della funicolare invece si segue la punta della torre di Petrin dietro il muro di cinta. La torre panoramica di Petřin (segnalata per Rozhledna) e’ quella che ho sempre definito la piccola Tour Eiffel della citta’ e una delle migliori torri di Praga in quanto a vista sulla città e su Hradčany, il quartiere del castello.

Se “vi regge” salite a piedi fino alla punta…

Sotto la torre si trova un caffe’ ma anche il labirinto degli specchi che vi consiglio vivamente di evitare a meno che non vogliate fare giocare dei bambini.

La primavera di Praga

2. I mercati contadini

In molti mi guardano di traverso quando suggerisco un giro al mercato, ma personalmente la trovo una delle cose piu’ tipiche, calde e da insider che ci si possa regalare.

In citta’ questi mercati sono tantissimi, ma alcuni sono estremamente centrali e conosciuti oltre che meglio organizzati per i visitatori.

Primo tra tutti sicuramente il mercato di Naplavka, e’ il mercato sul lungo fiume che il sabato mattina anima la riva dopo la Casa Danzante.

Questo tratto di fiume e’ in genere molto frequentato dai turisti anche per i tanti barconi ristorante dove godersi sole, una birra e uno spuntino vista castello di Praga, ma il sabato mattina si aggiunge l’insieme degli stand dei contadini locali e anche tantissimi stand culinari. Questo significa che la gente del posto gira con i cestini per prendere frutta e verdura, ma i turisti possono mangiare street food senza necessita’ di prenotare un ristorante. Camminando verso l’esterno della citta’ la passeggiata continua e anche la ciclabile… Ma prima ancora si trovano barconi anche per giocare a beach volley… Perche’ in fondo se non hai le spiagge ti attrezzate!

Anche se quello di Naplavka e’ il più conosciuto nel mio cuore rimane il mercato di Jiriho Z Podebrad… Cosi vi suonera’ impronunciabile e localissimo, in realta’ e’ il cuore della zona expat di Vinhorady. Qui ho abitato per anni e qui finivo la mattina a passeggiare con il Nano 1 assaggiando dolci… O la sera a fare un aperitivo post lavoro.

Questo mercato e’ attivo anche durante la settimana soprattutto il pomeriggio e’ una sorta di “struscio”. E’ ottimo per mangiarsi un hamburger al sole sulle panchine della piazza. Alternativa economica e abbondante per mangiare… Il vietnamita di fronte alla piazza: potete prendere abbondanti porzioni di cibo e mangiare in piazza o nel vicino parco di Riegrovy sady, magari al Belvedere famosissimo (anche se qui e’ bellissimo guardare il tramonto).

3. Parco Letna

La primavera di Praga

I grandi giardini di Praga sono il cuore della citta’ in primavera ed estate. Il Letna Park e’, dopo il parco di Vinhorady, il più conosciuto dai turisti. Si tratta del parco posto in alto di fianco al centro storico della citta’ con il Belvedere sul lungo fiume e vista sulle tante torri di Praga.

La passeggiata con vista che si chiude con una birra al Beer Garden oppure un giro in bici per strade alberate… O un giro sui pattini o sullo skateboard nel rink… Sono il modo migliore per occuparsi la giornata nel verde senza muoversi troppo dal centro citta’.

Di recente e’ stato realizzato un meraviglioso laghetto dove non e’ difficile trovare qualche nuotatore… Anche in pieno inverno.

Dal Letna Park non e’ faticoso passare ai giardini del Castello di Praga. Basta mettersi il centro citta’ alle spalle, passare di fianco al lago uscire dal parco per passare su un piccolo ponte in ferro che getta in un altro piccolo giardino che si trova gia’ confinante con i giardini del castello. Io vi consiglio di camminare lungo i giardini e salire… Ma volendo… Il tram 22 in una fermata puo’ portarvi ad uno degli accessi del Castello di Praga.

4. Parco Stromovka

Il mio parco preferito, non e’ un giardino ma un vero polmone verde fatto di laghetti, viette affollate di bici piazzali verdi, aree gioco per bambini e, superata la ferrovia da uno dei sottopassaggi, barbecue per picnic (prenotabili online) e il ponte pedonale che porta al di la del fiume sulla lunga ciclabile che attraversa praticamente la citta’.

Il mio consiglio? Qui serve una bici, noleggiatene una in uno dei tanti punti di raccolta. Io vi consiglio il piazzale di fronte all’area di esposizione di Vystaviste, raggiungibile in tram. Un ingresso al parco e’ proprio li, e per gli amanti dei luna park proprio dall’ingressi due Vystaviste si passa avanti al Luna Park cittadino.

In bici superate il fiume e decidete che lato fare, a sinistra (uscendo quindi dalla citta’) si arriva allo zoo, ma anche al castello di Troja, del quale vi parlero’ tra poco.

5. Troja Castle: il castello adatto alla primaLa primavera di Praga

Tutti parlano del Castello di Praga ma anche questo secondo edificio storico e’ una vera perla. Soprattutto e’ la tipica residenza con stupendi giardini che vale la pena visitare in primavera o estate. Il giardino e ricco di ciliegi giapponesi (la scelta e’ decisamente piu’ estetica che patriottica!) e in primavera danno il loro meglio.

Oltre che in bici il castello si puo’ raggiungere con i mezzi pubblici con il bus 112 che parte dalla stazione Holesovice (linea rossa)

Immerso nel giardino alla francese l’edificio barocco risale al XVII secolo e, per chi adora le case nobiliari, ha fantastici interni ben tenuti.

Sicuramente quest’area della citta’ e’ ottima per una gita primaverile o per i turisti che vogliono durante il soggiorno allontanarsi dal centro. Famiglie in ascolto: castello + zoo di Praga abbinamento vincente… E rientro in centro in bicicletta!!

6. Giardino VRTBA

Praga e’ ricca di Ville ben tenute con fantastici giardini. Tra questi giardini vi segnalo i Giardini VRTBA, impronunciabili, ma bellissimi.

Stiamo infatti parlando di uno splendido giardino barocco del XVIII secolo nel cuore della capitale ceca proprio sotto il castello e a due passi da Ponte Carlo. Eppure a qualcuno sfugge perche’ in effetti e’ protetto dai tanti edifici che lo circondano rendendolo visibile solo una volta che si supera la porta d’ingresso.

Sulla guida all’ingresso c’e’ scritto trattarsi di un giardino barocco in stile italiano, ma soprattutto non si manca di segnalare che questo angolo verde di Praga e’ inserito tra i patrimoni Unesco. Di fianco alla porta d’ingresso si trova la Sala terrena che sembra quasi una grotta artificiale affrescata e arricchita di statue.

Il giardino e’ a terrazze sul fianco della collina che sale verso il castello. E anche qui tra archi verdi e piazzole fiorate, si ammira un panorama unico.

Biglietto d’ingresso:120 CKZ adulti, 95 bambini.

7- Parco Pruhonice

La primavera di Praga

Ho scoperto questa villa rinascimentale con immenso parco di 250 ettari alle porte di Praga solo dopo qualche anno che mi trovavo a Praga.

Anche qui si parla di sito Unesco. Nonostante sia all’estremo limite sud-orientale di Praga, potete raggiungerlo con i mezzi pubblici. Basta arrivare alla fermata della linea rossa Opatov e da li prendere una delle linee bus tra 363, 357, 385.

La primavera di Praga

8- Vysehrad Castle

Se vi trovate a Naplavka, il lungo fiume del quale vi ho parlato sopra, potete anche a piedi arrivare alla collina del castello di Vysehrad.

Si tratta di un’altra bella passeggiata nel verde in un’area tranquilla che, oltre tanta storia, ospita una maestosa chiesa visibile dal fiume ed un cimitero monumentale che attira turisti tutto l’anno.

La fortezza di Vysehrad anche se poco considerata dai turisti che arrivano in citta’ per un weekend breve, per lungo tempo, in passato, e’ stata antagonista del Castello di Praga. Vyšehrad Praga è un luogo di grande significato per i cechi. È la leggendaria dimora della dinastia dei Přemyslidi che governò la Boemia nell’alto medioevo.

9- Gita in bici lungo il fiume

La primavera di Praga

Ho gia’ accennato qualcosa  relativamente alle gite in bici nei pressi del parco Stromboli, ma qui vi parlo piu’ specificatamente di uno dei miei passatempi preferiti a Praga.

Andare in bici a Praga non e’ una cosa scontata. Il centro storico non e’ di certo un centro moderno costruito in modo  da garantire spazi ai ciclisti. Andare in bici nelle viuzze del centro e’ abbastanza stressante.

Basta pero’ allontanarsi un po’ dai luoghi affollati dai turisti per vedere come tutti si allarghi e si cerchi di dare spazio anche alle due ruote. Il fiume e’ poi stato sfruttato alla grande e praticamente tutto il tratto cittadino del fiume e’ affiancato da una ciclabile comodissima anche per gli spostamenti quotidiani (se fossi piu’ sportiva andrei anche io al lavoro dato che questa ciclabile passa dietro il mio ufficio).

 

I tratti più famosi passano dietro lo Stromovka per il Castello di Troja e lo zoo oppure dall’altro lato, parte da Naplavka per uscire dalla citta’ dando vita ad aree di verde un tempo abbandonato ora ricco di parchi gioco, ponti sospesi e stazioni di ristoro.

Ma ci sono anche punti che attraversano quartieri meno turistici o  altri in espansione come  il tratto di Karlin. Fino a qualche tempo fa qui la ciclabile era una noiosa lingua di cemento dietro brutti edifici o tratti di nulla assoluto. Oggi passa di fianco ad un campo da golf e a nuovi palazzi sfiorando localini che in primavera rinascono con luci e musica per interessanti aperitivi sul fiume.

Per qualche consiglio in più vi lascio il link al mio post su alcuni  percorsi ciclabili per principianti tutti scoperti durante il COVID quando la bici era l’attivita’ più indicata per stare all’aria aperta senza rischi.

La primavera di Praga

10- Karlstejn Castle

Il Castelli di Karlstejn e’ una sorta di gita fuori porta, ma alla fine attaccato alla periferia di Praga. Tra i gia’ citati e’ l’unico che ha le sembianze dei castelli delle favole, quelli che immaginavamo da piccoli con mura, merli e torri.

I turisti anche qui spesso non arrivano perche’ per chi ha pochi giorni allontanarsi anche solo mezz’ora dal centro, e’ piuttosto scomodo. Chi ha qualche giorno in piu’ pero’ può visitare Praga fuori dagli schemi e raggiungere questo bellissimo castello, ma anche gli amici Expat hanno una gita a due passi da casa a disposizione.

Per maggiori info leggi il mio post:

Visitare Praga fuori dagli schemi: il castello di Karlstein

Intorno al castello troverete un bel parco in cui spendere tempo per una passeggiata una volta visitati gli interni del castello con guida in inglese anche in alcuni orari.

11- Barbecue tra amici

A Praga non e’ un weekend della bella stagione se non ci si gode una grigliata in compagnia. Qualcuno potra’ pensare che si tratta di un passatempo esclusivamente per i locali, ma anche un turista potrebbe trascorrere un pranzo nel verde, per esempio al parco Stromovka, fare la spesa in un market e prenotarsi tranquillamente un barbecue al parco… Decisamente una alternativa originale non trovate?

Se questo vi sembra complicato…  Ecco l’idea turistica… Un party boatparty boat sul Vltava River. Piccoli motoscafi con griglia centrale permettono un giro di navigazione tranquilla mentre un cuoco griglia il pranzo e serve ai commensali. Ci sono anche barche che organizzano pranzi in navigazione ma questi gommoni sono decisamente originali se cercate una idea originale.

12- Beer Garden

Giardini si, ma attrezzati… E questo significa che ogni giardino ha almeno un Beer garden. Si va dai grandi locali all’aperto dove servono anche cibo, ai furgoni circondati da tavoli che spillano birra a più non posso.

I piu’ famosi? Sicuramente il beer garden con vista del Letna Park, ma anche i due beer garden di Riegrovy sady… Tra l’altro a due passi dal belvedere più amato per i tramonti romantici di Praga.

13- Festival per tutti i gusti

Tra Aprile e Maggio e’ facile imbattersi in un festival…e la birra e’ una delle cose piu’ festeggiate in assoluto.

Prima di partire per Praga in Primavera quindi…cercate l’evento che fa per voi! Ad esempio 12/13 di aprile si e’ appena concluso il Prague Beer Festival, ma il 19 maggio e’ in programma il Pivo a Burger Festival a Karlinske Namesti.

Se non vivete di sole bollicine… Potrebbe interessarvi il Veggie Naplavka o ancora il Ruzovj Maj.

Una mail in cambio di poco disturbo e tante informazioni e curiosità. Entra nella famiglia di Viaggi Zaino in Spalla e scarica la tua guida gratuita di questo mese


 

Follow my blog with Bloglovin

;

Informazioni sull'autore

Ex agente di viaggio, lettrice compulsiva di ogni genere letterario (esclusi libri rosa), viaggiatrice seriale con la passione per penna e calamaio. Convertita al mondo 2.0 ho creato Viaggi Zaino in Spalla e ora perseguo il faticoso compito di convertire ai viaggi indipendenti e al fai da te chiunque passi per le mie pagine

Scopri altre curiosita' e informazioni utili

Dimmi cosa ne pensi